lunedì 6 aprile 2009

L'orchestra del Titanic

Lunedì 6 aprile 2009, ore 3 e 40 circa. Nel freddo della strada.

Lei: "....amore?"
Lui: "Sì?"
Lei: ".....del resto ci voleva giusto un evento catastrofico per farci "ballare" insieme..."
Lui: "...."
Lui: "...è stato un onore..."

6 commenti:

  1. postilla di spiegazione: spero di non urtare la sensibilità di nessuno. Sappiate che abbiamo avuto PAURA e siamo DESOLATI come poche volte è capitato.

    Alle 3.32 mi sveglio pensano che il mio Lui avesse preso a ballare sul letto e che quindi fosse mattina. Ma è un pò troppo forte. Gli metto la mano addosso per protesta, ma sento che anche lui è fermo. Le scosse sono profonde, orizzontali, durevoli. penso subito: "Se dai noi è così, cosa sta succedendo nel probabile epicentro???"
    Strillo: "Il terremoto!!". MAI sentito così. Da bambina qualche scossetta, che più che altro ti regalava il brivido. Lui propone di scendere. Ci vestiamo alla buona e gli ricordo: "I soldi!!"
    Aspettiamo altre scosse e vedo il lampadario tremare.
    Scendiamo, scordandoci le chiavi della macchina. Incontriamo una vecchietta del palazzo, che sorridendo ci dice che il peggio è passato e che scendere per le scale è idea pessima. Ha ragione, ma approfittiamo della tregua e scendiamo lo stesso. Facciamo una passeggiata, evitando cornicioni e ciò che è sospeso. Vediamo alcune finestre illuminate, con le tv sui tg. Per strada a piedi nessuno, ma cominciano a uscire macchine con gente e bambini. Traffico alle 3 di notte....
    Incontriamo un ristretto numero di persone a piedi, terrorizzate. Il loro palazzo ha preso a scricchiolare. Un tassista ha sentito il terremoto nel taxi. E noi pensavamo fosse per via della'ltezza (quinto piano). Telefono ai miei, vicino Ostia, che dormivano ignari. Incontriamo la suocera, che ci riporta a casa in macchina. Fa freddo e alle 5 decidiamo di rientrare. Incontriamo una coppia di 70enni tremanti, nella loro macchina. Anche loro dicono che in tutta la loro vita, MAI sentito così forte. Torniamo a casa, e andiamo a dormire.
    Simao stati prudenti e furbi, oppure esagerati? Temo che una risposta non ci sia. Ognuno fa ciò che vuole.....

    Che tristezza. Che orrore.

    RispondiElimina
  2. Per fortuna state bene... Un abbraccio, Beta

    RispondiElimina
  3. Ho sentito mia zia in Abruzzo. Comprendo la vostra paura provata quella sera...siete stati prudenti ed avete fatto bene...non è mai troppa, in questi casi. Fortunatamente state bene, tutti e quattro ;-)

    RispondiElimina
  4. La battuta era del mio lui, non mia!!

    RispondiElimina
  5. per fortuna state bene ;)
    un bacio

    RispondiElimina